Inquinamento delle falde da tetracloroetilene, irregolarità nei cantieri della quadrilatero e chiusura della POLFER di Fabriano. Sono questi i temi locali per i quali ho presentato nelle ultime settimane tre interrogazioni.
Sono tre tematiche che ho potuto affrontare a livello nazionale grazie all’intenso lavoro che sta svolgendo il gruppo di Fabriano sul nostro territorio.

FABRIANO

La questione dell’inquinamento delle falde acquifere dei quartieri di Santa Maria e Campo Sportivo è quello che più sta a cuore al MoVimento 5 Stelle Fabriano. Proprio intorno a questo problema si formò ormai 5 anni fa il primo gruppo di persone che poi organizzò il meetup locale.

E’ dal 1988 che se ne parla e a distanza di 26 anni ancora non si riesce ad ottenere un quadro chiaro della situazione. L’area del Fabrianese inquinata dal tetracloretilene risulta essere la terza zona più inquinata delle nostra Regione e, a nostro avviso, è un problema talmente grave che richiederebbe una costante azione di aggiornamento dell’avanzamento dei lavori da parte dell’amministrazione pubblica, invece nulla.

Da più di un anno dovrebbero essere iniziate le operazioni di caratterizzazione che servono a stabilire i confini dell’area inquinata. Per questa operazione sono stati stanziati 1 milione di euro di fondi europei ai quali il comune ha aggiunto altri 250 mila euro di cofinanziamento. Ma, ad oggi, non è possibile conoscere a che punto siamo.

L’assenza a livello regionale di un registro tumori aggrava la nostra preoccupazione in quanto non è possibile nemmeno verificare se questa situazione sta avendo effetti anche sulla salute delle persone.

Per questo motivo con la mia interrogazione chiedo se il Governo intenda disporre un’indagine, anche con l’aiuto dell’Istituto Superiore di Sanità, per valutare i rischi per la salute e le condizioni igienico sanitarie. Faccio notare che nell’area attraversata dalla falda acquifera contaminata, oltre a numerose abitazioni, insistono scuole, altri edifici ad alta frequentazione, e orti urbani che, prima di un’ordinanza sindacale che lo ha vietato, venivano abitualmente innaffiati con acqua dei pozzi.
Al Ministro inoltre chiediamo, alla luce di eventuali verifiche tecniche effettuate sullo stato di inquinamento delle acque e del suolo e sullo stato di conservazione di ambienti naturali, se ritenga opportuno disporre verifiche e controlli da parte del personale appartenente al Comando carabinieri tutela dell’ambiente (CCTA), in considerazione dell’oggettivo pericolo per la popolazione residente. Ricordo solo che nei dati raccolti dall’ARPAM, consultabili sul sito del comune, si evidenzia come in alcuni pozzi la concentrazione della sostanza inquinante abbia superato di oltre mille volte il valore limite imposto per legge.

Per quanto riguarda l’interrogazione sulla Quadrilatero e dei cantieri per il raddoppio della SS76 è una storia tipicamente italiana. Potremmo definirla tranquillamente la nostra “Salerno-Reggio Calabria”. Cantieri dove i lavori proseguono a singhiozzo, ditte fallite, continue rassicurazioni e promesse che non lasciano ben sperare per il futuro. Intanto mentre ci ritroviamo una valle deturpata veniamo a sapere che il materiale ricavato dalla realizzazione delle gallerie non si sa bene che fine abbia fatto. Materiale che le relazioni della Regione e del CIPE definiscono di pregio e che nel rispetto dei progetti e delle indicazioni dei due enti doveva essere o riutilizzato per realizzare i lavori all’interno del cantiere, o impiegato nei cantieri del raddoppio della linea ferroviaria Orte Ancona o in ultimo venduto riconoscendo alle amministrazioni locali una giusta contropartita in denaro in base ai prezzi di mercato del materiale. Niente di tutto questo. Le aree di stoccaggio previste non sono mai state realizzate così come non c’è traccia degli impianti di trasformazione di cui si legge nei documenti autorizzativi.

Abbiamo chiesto di vederci chiaro rivolgendoci al Ministro delle infrastrutture e al Ministro dell’Ambiente per sapere se il Governo sia a conoscenza di queste irregolarità e se non ritenga di doversi attivare per risolvere le criticità evidenziate. Si chiede inoltre se si ritenga necessario e urgente verificare, anche attraverso l’ausilio del comando dei carabinieri per la tutela dell’ambiente, l’effettiva destinazione dei materiali da scavo derivati dalla realizzazione delle gallerie nei cantieri della SS76 e la presenza di possibili utilizzi illegittimi delle terre derivanti dalla realizzazione delle opere descritte ed, eventualmente, se si intendono intraprendere le  opportune iniziative per rilevare eventuali responsabilità sia da parte dei soggetti a cui compete il controllo delle attività in esame sia delle ditte coinvolte. Infine chiediamo se il Ministro intenda accertare se si siano verificate le condizioni di danno ambientale così come previsto dal codice dell’ambiente.

Per ultimo la questione della paventata chiusura del punto POLFER di Fabriano. Ho voluto chiedere a Ministro di valutare bene la scelta tenendo conto della particolarità della stazione fabrianese e in caso quali misure alternative per garantire la sicurezza dei viaggiatori intenda adottare. Purtroppo in questa ipotesi di chiusura intravediamo la possibilità di un futuro declassamento della stazione di Fabriano che potrebbe rischiare di perdere il servizio dei treni veloci. Vigileremo anche su questo.

Ringrazio i ragazzi e le ragazze del MoVimento 5 Stelle Fabriano per il lavoro che stanno svolgendo!

A riveder le stelle!

[button color=”green” size=”big” link=”http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=15683&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+SCRITTA%27″ target=”blank” ]N.1 Quadrilatero SS76[/button]   [button color=”red” size=”big” link=”http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=14973&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+SCRITTA%27″ target=”blank” ]Tetracloroetilene[/button] [button color=”green” size=”big” link=”http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=15709&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IMMEDIATA+IN+COMMISSIONE%27″ target=”blank” ]N.2 Quadrilatero SS76[/button] [button color=”purple ” size=”big” link=”http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_17/showXhtml.Asp?idAtto=15048&stile=7&highLight=1&paroleContenute=%27INTERROGAZIONE+A+RISPOSTA+IN+COMMISSIONE%27″ target=”blank” ]Polfer di Fabriano[/button]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.