Ci siamo! Ecco qua la versione finale della nostra Proposta di Legge per la ripresa demografica ed economica dei piccoli comuni.

Schermata 2014-06-19 alle 17.00.05

Come già vi avevo anticipato, è stata incardinata in Commissione Ambiente + Commissione Bilancio, una proposta di Legge del PD+SEL (da ora la chiameremo PDL Realacci per semplificazione) alla quale abbiamo deciso di rispondere con una nostra versione.

I lavori in Commissione sono stati accelerati ed i tempi si sono ridotti. Di fatto le audizioni in Commissione sono già terminate e fra due settimane si ufficializza l’abbinamento della nostra proposta con la PDL Realacci. A seguito di questo abbinamento si procederà al loro accorpamento per produrre un testo unico.

Rispetto alla bozza di partenza (http://www.patriziaterzoni.it/piccoli_borghi/) abbiamo aggiunto alcuni articoli e modificato altri grazie al prezioso contributo di moltissimi cittadini e suggerimenti arrivati da associazioni e comitati.

Questi punti riguardano principalmente la promozione della filiera corta, la vendita diretta dei prodotti agroalimentari provenienti da filiera corta e da sistemi di garanzia partecipativa, l’indivisibilità dei terreni agricoli per garantire la continuità aziendale, l’incentivo al telelavoro per chi risiede in questi territori. Abbiamo inoltre modificato l’articolato per quanto riguarda i piani comunali di efficienza energetica, inserito i terreni agricoli abbandonati fra gli immobili da acquisire per il piano di piena utilizzazione del patrimonio immobiliare e, altra importante modifica è l’estensione dell’applicazione della legge alle isole minori, territori poco conosciuti ma comunque importantissimi per il nostro Paese.

La proposta già prevedeva misure volte alla ripresa economica di questi borghi cercando di aiutare l’insediamento di imprese giovanile di tutti i settori con azioni concrete. Infatti si è introdotto un tema fondamentale, quello del miglior uso pubblico degli immobili pubblici presenti nel territorio da destinare, in particolare, ad attività produttive create da giovani. È infatti noto che molte realtà produttive non riescono a superare i primi anni di attività per un valore troppo elevato dei valori immobiliari di locazione. Si prevede, pertanto, la piena utilizzazione dei beni immobiliari pubblici e l’avvio delle alienazioni solo nel caso dell’impossibilità di prevedere un uso pubblico. Ma sempre con uno spirito a 5 Stelle, la vendita deve avvenire solo attraverso una consultazione pubblica.

I cittadini devono ritornare ad essere centrali e partecipi delle scelte che riguardano la comunità in cui vivono.

Abbiamo previsto una serie di incentivi per la produzione agricola e zootecnica e per la diffusione delle attività artigianali, produttive e ricettive, con la possibilità di sviluppo di forme di accoglienza come l’albergo diffuso. A nostro giudizio sono questi i settori economici di maggiore importanza per poter garantire una nuova prospettiva per le giovani generazioni.

Ci siamo soffermati anche sul problema di una sistematica politica statale di sostegno all’efficientamento energetico degli edifici e delle città, abbiamo affrontato il tema della gestione delle risorse idriche su cui, dopo l’esito del referendum popolare del 2011, permangono ancora incertezze e contraddizioni.

Abbiamo introdotto misure per il recupero dei centri storici dei comuni, veri e propri musei e giacimenti culturali da riportare agli antichi splendori in modo da favorire la creazione di una filiera turistica rispettosa dei caratteri dei luoghi. 

Ecco perché puntiamo alla valorizzazione e al recupero della rete degli itinerari storici di collegamento tra i borghi, con l’obiettivo di promuovere forme di mobilità e di turismo a basso impatto ambientale, quali, ad esempio, il trekking e il cicloturismo. 

Il nostro scopo? Far inserire in toto la nostra proposta di legge ed iniziare a cambiare il nostro Paese partendo dalle piccole realtà. 

Da qui inizierà il duro lavoro del “dialogo”! Ed è QUI CHE RITORNATE IN GIOCO VOI!

Non vorrei essere pesante ma ho bisogno di spiegarvi le fasi dell’iter di questa proposta dove voi potrete aiutarci:

1-  la creazione del TESTO BASE: si valutano le due proposte di legge e nel Comitato dei 9 si decidono gli articoli da inserire e quali no di entrambe (dal nome sembra una specie di setta istituzionale, ma nella realtà è un gruppo di lavoro ristretto costituito dai deputati di tutte le fazioni designati dal proprio gruppo alla “costruzione” di un unico testo). Se volete partecipare indirettamente a questo Comitato dei 9 leggete le due proposte di legge, per semplificazione la PDL Realacci e la PDLM5S, e potete indicarmi quali parti non far inserire e quali invece si. Per questa fase iniziate i commenti su questo articolo con l’hashtag #FormazioneTestoBase.

2- terminata la costruzione del Testo Base si procede con la fase emendativa…. e qui ci risentiamo appena termina la fase 1! Ma nel frattempo possiamo avvantaggiarci. Avere i vostri suggerimenti per entrambe le proposte di legge sempre scrivendo i vostri commenti qui. In questo caso usate #PDLRealacci o #PDLM5S se volete modificare l’una o  l’altra (possono essere aggiunte, soppressioni o modifiche di frasi, paragrafi o interi articoli).

Tempi? Strettissimi! Si vuole portare il testo in aula entro poche settimane, si vocifera per Luglio! Ma… nella Camera si vive in un piccolo mondo parallelo e Luglio potrebbe significare anche Settembre… chissà!

SIETE PRONTI AD AIUTARCI A CAMBIARE QUESTO PAESE? Qui sotto trovate i due testi… avanti con i suggerimenti!

[button color=”green” size=”big” link=”http://www.camera.it/leg17/995?sezione=documenti&tipoDoc=lavori_testo_pdl&idLegislatura=17&codice=17PDL0022200&back_to=http://www.camera.it/leg17/126?tab=2-e-leg=17-e-idDocumento=2284-e-sede=-e-tipo=” target=”blank” ]#PDLM5S[/button]  [button color=”green” size=”big” link=”http://www.camera.it/leg17/995?sezione=documenti&tipoDoc=lavori_testo_pdl&idLegislatura=17&codice=17PDL0002950&back_to=http://www.camera.it/leg17/126?tab=2-e-leg=17-e-idDocumento=65-e-sede=-e-tipo=” target=”blank” ]#PDLRealacci[/button]

4 thoughts on “SIETE PRONTI AD AIUTARCI A CAMBIARE QUESTO PAESE? Mettetevi in gioco! Al via la Proposta di Legge sui piccoli Borghi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.