Home / Attività parlamentare / Listeria nelle Marche: è presto per abbassare la guardia
Listeria nelle Marche: è presto per abbassare la guardia

Listeria nelle Marche: è presto per abbassare la guardia

listeria

Non più tardi di due settimane fa, riportando la risposta del ministero della Salute ad una mia interrogazione e i dati del rapporto dell’Istituto Zooprofilattico di Teramo, avevamo preannunciato che nel corso del 2016 si sarebbero potuti registrare ulteriori casi di decessi dovuti a listeriosi. E che, di conseguenza, in materia di controlli la guardia andava tenuta ancora alta. I media e la politica locale, però, hanno preferito fare spallucce. Purtroppo i fatti non ci hanno smentito, e questa settimana abbiamo appreso della terza persona deceduta dall’inizio dell’anno nella nostra regione per questo batterio che colpisce in maniera spesso letale soggetti immunodepressi. E’ spiacevole appurare che l’argomento viene trattato solo quando muore un cittadino, ma lo ribadiamo: l’emergenza non può dirsi conclusa. Il Ministero ci ha garantito che i controlli sono stati intensificati: i campioni di coppa di testa contaminati sono stati ritirati dal mercato, ma Asur e Istituto Zooprofilattico stanno ancora provvedendo alla tipizzazione dei ceppi. Questo perché il 30% dei campioni ambientali della azienda agroalimentare produttrice della coppa di testa in questione sono risultati contaminati. Ho letto su alcuni giornali che il tutto sta rientrando: non voglio fare allarmismi, ma prima di dirlo aspetterei nuove relazioni del Ministero. Al quale chiederemo un ulteriore sforzo in fatto di controlli, specie sulla tracciabilità dei prodotti. Il caso non va soltanto superato e liquidato: dobbiamo porre le basi affinché non si ripeta.

Scroll To Top