INDESIT: RICORDATEVI DI RENZI

10262089_873075886036072_3941347843427783030_n

Il 31 Ottobre un articolo di Repubblica.it titolava: “Allarme Indesit, Whirlpool non esclude tagli e chiusure”.  Nell’articolo si leggono alcuni estratti del documento sull’offerta pubblica di acquisto dai quali si desume che non viene esclusa la chiusura di alcuni stabilimenti. Solo pochi mesi fa, luglio 2014, il premier Renzi commentando la notizia dell’acquisto delle quote della Indesit da parte dell’azienda americana Whirlpool dichiarava «La considero un’operazione fantastica. Ho parlato personalmente io con gli americani a Palazzo Chigi. Perché non si attraggono gli investimenti e poi si grida “al lupo”, riscoprendo un’autarchica visione del mondo che pensavamo superata. Noi, se ci riusciamo, vogliamo portare aziende da tutto il mondo a Taranto, come a Termini Imerese, nel Sulcis, come nel Veneto. Il punto non è il passaporto, ma  il piano industriale. Se hanno soldi e idee per creare posti di lavoro, gli imprenditori stranieri in Italia sono i benvenuti»

Proprio a questo proposito presentai una interrogazione, l’ennesima alla quale non ho mai ricevuto risposta, nella quale chiedevo al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dello sviluppo economico  di rendere noti i contenuti dettagliati del piano industriale che Whirlpool aveva presentato per la Indesit e che aveva convinto il Presidente del Consiglio della bontà della proposta di acquisto e, in particolare, quali positive ricadute a livello occupazionale erano state garantite all’interno del territorio nazionale con particolare riferimento agli stabilimenti di Fabriano, Comunanza, Teverola e Carinaro. Chiedevo anche se, i contenuti dell’accordo firmato dalle parti nel dicembre 2013 con particolare riferimento alle garanzie per i lavoratori fossero ancora validi e nel caso di risposta negativa cosa intendesse fare il Governo attraverso i Ministri interrogati per tutelare i lavoratori della Indesit.

int. indesit

Ora forse presenterò un’altra interrogazione…forse, perchè sono veramente un pò stanca.

Sono stanca di vedere la mia città andare in pezzi senza che nessuno si degni neppure di rispondere.

Sono stanca di vedere il Premier andare in giro per il mondo a regalare battute e spargere arroganza e lasciare che le cose vadano sempre peggio.

Sono stanca di sentire lui e tutti quelli che appoggiano il Governo parlare di jobs act senza accorgersi che il lavoro non c’è più  e non per colpa dell’articolo 18.

Sono stanca di vedere i marchi italiani svenduti e assistere a scenette del Premier con Marchionne.

 Sono stanca di vedere che nonostante tutto a certe persone si continua a dare credito.

Dico solo una cosa: ricordatevi di tutto questo. Ricordatevi da dove è partito tutto. Io mi ricordo. Ricordo il Presidente della Regione Spacca parlare di internazionalizzazione quando la regione finanziava la delocalizzazione della Indesit in Russia.

Io mi ricordo.

Voi ricordatevi di Renzi e ricordatevi di Spacca e di tutti quelli che li circondano. 

Voi ricordatevi delle parole di Renzi:”la considero una operazione fantastica. Ho parlato personalmente con gli americani”

Solo i cittadini possono cambiare le cose.

[button color=”green” size=”medium” link=”http://www.repubblica.it/economia/finanza/2014/10/31/news/indesit_whirlpool_apre_la_strada_a_una_riorganizzazione_del_gruppo-99429629/” ]ARTICOLO DI REPUBBLICA.IT[/button]

 

[button color=”orange” size=”medium” link=”http://www.patriziaterzoni.it/indesit-jp-e-il-governo-bradipo/” ]MIO ARTICOLO INDESIT E JP[/button]

 

[button color=”purple ” size=”medium” link=”https://www.youtube.com/watch?v=p–URyJQu4s#t=106″ ]VIDEO INTERROGAZIONE 12 GIUGNO 2013[/button]

2 thoughts on “INDESIT: RICORDATEVI DI RENZI

  1. Pingback: max

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.