Il bail-in va fermato. Altrimenti casi come Banca Marche saranno solo l’antipasto di altri drammi

bail-in

I finti impegni della mozione Pd sul bail-in sono uno schiaffo in faccia ulteriore ai risparmiatori. E non solo a quelli traditi dal decreto salva-banchieri. La rimodulazione del meccanismo di salvataggio interno delle banche è un altro attacco alla tutela costituzionale del risparmio. E i risparmi persi dagli obbligazionisti di Banca Marche, Banca Etruria, CariChieti e CariFerrara sembrano soltanto l’antipasto di ciò che potrà avvenire in futuro. Lo ribadiamo fino alla noia: il bail-in è incostituzionale, perché attacca a testa bassa i piccoli risparmiatori. Per questo con una mozione abbiamo chiesto di di “stopparlo” almeno fino al 2018. Ci sono istituti come Veneto Banca, che in una regione come le Marche annovera tantissimi azionisti e titolari di obbligazioni subordinate, il cui scenario vacillante è noto a tutti. Qualora la situazione dovesse sprofondare, con il bail-in in azione sarebbe un dramma. Il governo ha intenzione di attendere quieto l’ennesimo infausto esproprio di risparmi dei cittadini? Beh, noi no. Per questo chiederemo di nuovo all’aula di dire sì alla nostra mozione. Questo governo ha prima cancellato i sogni e le speranze di 130 mila risparmiatori, calpestando persino il diritto di proprietà. Ora la maggioranza prosegue l’attacco alla tutela costituzionale del risparmio. Fino al 1993 le banche tutelavano i depositi, facevano credito e di certo non saltavano. Adesso serve una nuova divisione tra istituti commerciali e merchant bank. Ma soprattutto bisogna restituire il maltolto a tutti i piccoli investitori truffati. La nostra è una visione differente: vogliamo che chi vigila non abbia conflitti di interessi e puntiamo a un sistema bancario che torni a fare il mestiere per cui era nato, supportare i cittadini e le imprese. Separiamo gli istituti speculativi da quelli che aiutano il Paese. In questo modo i cittadini che mettono i soldi in banca potranno tornare a dormire tranquilli. E restituiamo alla Banca d’Italia il prestigio di arbitro e regolatore che ha smarrito, riportandola in capo allo Stato e togliendo di mezzo gli azionisti privati che finiscono per controllare il loro controllore.

[button color=”red” size=”medium” link=”http://www.patriziaterzoni.it/salva-banche-le-nostre-proposte-che-la-maggioranza-neanche-ascolta/” ]LE PROPOSTE M5S[/button]

[button color=”purple ” size=”medium” link=”http://www.patriziaterzoni.it/salva-banche-la-boschi-ha-mentito-il-governo-ha-recepito-la-direttiva-ue-ad-uso-e-consumo-dei-banchieri/” ]LE BALLE DELLA BOSCHI[/button]

1 thought on “Il bail-in va fermato. Altrimenti casi come Banca Marche saranno solo l’antipasto di altri drammi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.