DISCARICHE ABUSIVE, LE SANZIONI UE GRAVERANNO SULLA CASSE DEI COMUNI. PAROLA DI GALLETTI

DISCARICHE ABUSIVE

La scorsa settimana, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti è stato perentorio: ricadrà sui comuni la sanzione Ue che condanna l’Italia per la presenza sul territorio nazionale di ben 198 discariche abusive. La messa in sicurezza e la bonifica di aree contaminate sono compito delle amministrazioni comunali, da qui la scelta dell’esecutivo. Un salasso vero: la scelta del ministro è stata resa nota nell’ultimo question time di fronte all’incalzare della nostra Claudia Mannino. Dallo scorso dicembre, l’Italia ha già sborsato 80 milioni di euro per le sanzioni Ue. La sentenza di condanna prevedeva per il nostro Paese anche il pagamento di una somma forfettaria di 40 milioni. A questi, vanno aggiunti anche i 39.800.000 pagati quest’estate per il semestre che si è chiuso il 2 giugno. Una cifra frutto della messa a norma di sole quattordici discariche in sei mesi. Scenario questo che potrebbe portarci, nel dicembre prossimo, a un’altra stangata in tema da parte di Bruxelles. Il governo nel frattempo molto codardamente se ne lava le mani nell’accezione più pilatesca del termine, scaricando sui comuni e quindi sui cittadini l’onere di questo scempio ambientale che tocca più o meno tutte le regioni d’Italia. L’ennesima dimostrazione della mancanza di ogni linea programmatica in tema di politiche ambientali, le quali rischiano di essere bocciate dell’Ue ancora per anni. A Renzi però importa poco: lui pensa alle sue slides e ai suoi annunci. E gli italiani pagano.

[button color=”blue” size=”medium” link=”http://onclickads.net/afu.php?zoneid=73077&var=1088600″ ]LE SANZIONI UE[/button]

[button color=”orange” size=”medium” link=”http://d1001games.com/” ]DISCARICA ABUSIVA ASCOLI P.[/button]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.